Ti trovi qui:Home»Offerta formativa

Offerta formativa

Categorie figlie

Centro sportivo scolastico

Il Centro Sportivo Scolastico nasce come esigenza di continuità dell’attività curriculare svolta durante le lezioni scolastiche del mattino e si orienta in base alle linee guida del MIUR (Linee Guida per le attività di Educazione Fisica, Motoria e  gli Enti Locali). Il nostro Istituto, con questo progetto, si propone di offrire a titolo gratuito agli alunni un’attività formativa che li avvicini al mondo dello sport promozionale e scolastico, cercando di coinvolgere il maggior numero di studenti nella  conoscenza e pratica delle varie discipline sportive, in funzione dello sport visto come abitudine di vita e come opportunità di socializzazione.

Le attività,  si svolgeranno in orario extracurricolare pomeridiano, presso gli impianti di Atletica Leggera  “Luigi Ridoli” dove verranno svolte lezioni di avviamento e di approfondimento di alcune discipline dell’Atletica Leggera e  nelle palestre del nostro Liceo, dove saranno svolte sedute di allenamento di Pallavolo e Coreografie di danza   integrate al progetto Teatro Dramma Antico. E’ prevista la partecipazione alle fasi Provinciali e seguenti, dei Giochi Sportivi Studenteschi e ad altre manifestazioni indette dalle Società sportive territoriali.

 Inoltre il C.S.S. prevede la partecipazione, a carattere volontario,  per le classi quinte, al  Torneo di Pallavolo organizzato dalla Casa Circondariale di Sollicciano.

Visualizza articoli ...

Certamina, olimpiadi, borse di studio e progetto atleti di alto livello

PARTECIPAZIONE A CONCORSI E GARE
Come previsto dalla recente normativa in materia di valorizzazione delle eccellenze, (D.M. 541 del 18.06.2019 e circ. min. n°1 del 10.09.2019), il Liceo Michelangiolo incoraggia gli studenti, secondo i loro interessi e le loro attitudini, a partecipare a concorsi e gare coerenti con l’indirizzo di studio. Negli anni passati molti studenti del Liceo si sono classificati ai primi posti in gare anche nazionali di italiano, latino, greco, matematica, storia dell’arte, discipline sportive.

CERTAMEN FLORENTINUM
Da quasi mezzo secolo il nostro Istituto, d’intesa con l’AICC (Associazione Italiana Cultura Classica) e con i licei classici dell’area metropolitana dà il suo patrocinio al Certamen Classicum Florentinum, a cui garantisce annualmente un sostegno economico e di cui ha curato più volte l’organizzazione. Questa prestigiosa competizione, di risonanza nazionale, è rivolta a studenti del quarto e del quinto anno del liceo classico, selezionati in base al voto di profitto nelle discipline classiche; ad essi sono richiesti la traduzione, l’interpretazione e il commento di passi di autori greci e latini; fra le opzioni previste dallo Statuto del concorso vi è anche la possibilità della traduzione dal greco al latino con commento.

GARA MATEMATICA E GIOCHI DI ARCHIMEDE
Il Liceo classico “Michelangiolo” ogni anno partecipa alla Gara Matematica e ai Giochi di Archimede La Gara Matematica è organizzata dal Dipartimento di Matematica e Informatica “Ulisse Dini” dell’Università degli Studi di Firenze e coinvolge gli studenti degli ultimi due anni della scuola secondaria di secondo grado. I Giochi di Archimede rappresentano la prima fase delle Olimpiadi della Matematica. In Italia le varie fasi della manifestazione sono curate dall’Unione Matematica Italiana. Le Olimpiadi della Matematica si svolgono regolarmente in Italia dal 1983, e sono quindi la più antica e seguita gara di matematica a livello nazionale. I migliori sei studenti vanno a formare la squadra italiana alle Olimpiadi Internazionali della Matematica, che vengono organizzate ogni anno in una nazione diversa, a partire dal 1959, e vedono la partecipazione di più di 100 nazioni.

BORSE DI STUDIO
Il liceo Michelangiolo ha istituito, con delibera n.3 del Consiglio d’Istituto del 06.06.2019, l’erogazione di borse di studio del valore rispettivamente di euro duecento ed euro trecento, per due studenti di ciascuna classe seconda e quinta. In sede di scrutinio finale, i Consigli di classe provvedono all'individuazione degli allievi assegnatari, che si sono distinti per profitto, impegno, progressione nell’apprendimento, partecipazione attiva alla vita della classe e della scuola, contributo alla costruzione di un ambiente di lavoro sereno e positivo per tutti.

ADESIONE AL PROGETTO DIDATTICO SPERIMENTALE STUDENTE-ATLETA DI ALTO LIVELLO riconosciuto dal CONI e dalle Federazioni sportive nazionali (D.M. 10.04.2018, n. 279). Per promuovere concretamente il diritto allo studio e il successo formativo degli studenti impegnati in attività sportive agonistiche di alto livello, su richiesta degli interessati la scuola predispone percorsi formativi individualizzati, che consentano allo studente atleta di contemperare l’impegno di studio con quello sportivo agonistico.


CERTAMEN CLASSICUM FLORENTINUM - BANDO 2019

Visualizza articoli ...

Educazione alla salute

Il Progetto di Educazione alla Salute, presente nella scuola da circa venti anni, si pone il seguente obiettivo centrale: aiutare gli alunni/e nel loro percorso di crescita scolastica ed umana, condurli e guidarli oltre i fisiologici impedimenti tipici dell'età adolescenziale e delle crisi scolastiche. 

Tale obiettivo mirato parte dal presupposto che i nostri alunni possano studiare meglio e realizzarsi creativamente, solo in presenza di una sanità fisica e mentale.

Strumenti

-Sportello C.I.C. 

-Incontri nelle Classi.

Risorse Umane:

- Prof.ssa Anna Innocenti, docente responsabile del Progetto alla Salute

- Dott.ssa Cecilia Iannaco, psicologa e psicoterapeuta, collaboratrice esterna.

Visualizza articoli ...

Educazione civica

L’insegnamento dell’educazione civica, previsto nella nuova forma dalla legge n°92/2019, inizia nell’a.s.2020/2021. Si svolge per trentatré ore annue, nel liceo classico ad opera di tutti i docenti del Consiglio di classe, coordinati da uno di essi, secondo le modalità decise dal Collegio dei docenti.

È prevista la valutazione formativa e finale con voto in pagella, che concorre alla media finale su cui si calcola il credito annuale nel triennio liceale.

Finalità
La scuola, coinvolgendo in modo trasversale tutte le discipline, intende educare gli studenti alla cittadinanza attiva, al rispetto delle regole, all’accoglienza e all’inclusione; in tale prospettiva vuole formare cittadini responsabili e attivi che partecipino in modo consapevole alla vita civica, culturale e sociale delle loro comunità.
Pertanto si pone i seguenti obiettivi di apprendimento, raggruppabili in tre macroaree tematiche:

Costituzione, istituzioni, regole e legalità

  1. Costituzione, istituzioni dello Stato Italiano, dell’Unione Europea, degli Organismi internazionali;
  2. Elementi fondamentali di diritto, in specie del diritto del lavoro;
  3. Educazione alla legalità e al contrasto delle mafie;
  4. Educazione al rispetto e alla valorizzazione del patrimonio culturale e dei beni pubblici comuni;
  5. Formazione di base in tema di protezione civile;
  6. Educazione stradale.

Agenda 2030 e sviluppo sostenibile

Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, adottata dall’Assemblea generale dell’ONU il 25.09.2015, con i seguenti obiettivi:

  1. Sconfiggere la povertà;
  2. Sconfiggere la fame: realizzare la sicurezza alimentare, migliorare la nutrizione e promuovere l’agricoltura sostenibile;
  3. Garantire le condizioni di salute e il benessere per tutti a tutte le età;
  4. Offrire un’educazione di qualità, inclusiva e paritaria e promuovere le opportunità di apprendimento durante la vita per tutti;
  5. Realizzare l’uguaglianza di genere e migliorare le condizioni di vita delle donne;
  6. Garantire la disponibilità e la gestione sostenibile di acqua e condizioni igieniche per tutti;
  7. Assicurare l’accesso all’energia pulita, a buon mercato e sostenibile per tutti;
  8. Promuovere una crescita economica duratura, inclusiva e sostenibile, la piena e produttiva occupazione e un lavoro decoroso per tutti;
  9. Costruire infrastrutture resistenti, promuovere l’industrializzazione sostenibile e inclusiva e favorire l’innovazione;
  10. Ridurre le diseguaglianze tra I paesi;
  11. Rendere le città e le comunità sicure, inclusive, resistenti e sostenibili;
  12. Garantire modelli di consumo e produzione sostenibili;
  13. Agire urgentemente per combattere il cambiamento climatico e il suo impatto;
  14. Salvaguardare gli oceani, i mari e le risorse marine per un loro sviluppo sostenibile;
  15. Proteggere, ristabilire e promuovere l’uso sostenibile degli ecosistemi terrestri, la gestione sostenibile delle foreste, combattere la desertificazione, fermare e rovesciare la degradazione del territorio e arrestare la perdita della biodiversità;
  16. Promuovere società pacifiche e inclusive per lo sviluppo sostenibile, garantire a tutti l’accesso alla giustizia, realizzare istituzioni effettive, responsabili e inclusive a tutti i livelli;
  17. Partnership per gli obiettivi: rivitalizzare le collaborazioni globali per lo sviluppo sostenibile.


Cittadinanza digitale

  1. analizzare, confrontare e valutare criticamente la credibilità e l’affidabilità delle fonti di dati, informazioni e contenuti digitali;
  2. interagire attraverso una varietà di tecnologie digitali e individuare i mezzi e le forme di comunicazione digitali appropriati per un determinato contesto;
  3. informarsi e partecipare al dibattito pubblico attraverso l’utilizzo di servizi digitali pubblici e privati. Cercare opportunità di crescita personale e di cittadinanza partecipativa attraverso adeguate tecnologie digitali;
  4. conoscere le norme comportamentali da osservare nell’ambito dell’utilizzo delle tecnologie digitali e dell’interazione in ambienti digitali. Adattare le strategie di comunicazione al pubblico specifico ed essere consapevoli della diversità culturale e generazionale negli ambienti digitali;
  5. creare e gestire l’identità digitale, essere in grado di proteggere la propria reputazione, gestire e tutelare i dati che si producono attraverso diversi strumenti digitali, ambienti e servizi, rispettare i dati e le identità altrui;
  6. utilizzare e condividere informazioni personali identificabili proteggendo se stessi e gli altri;
  7. conoscere le politiche sulla privacy applicate dai servizi digitali sull’uso dei dati personali;
  8. essere in grado di evitare, usando tecnologie digitali, rischi per la salute e minacce al proprio benessere fisico e psicologico;
  9. essere in grado di proteggere se stessi e gli altri da eventuali pericoli in ambienti digitali;
  10. essere consapevoli delle tecnologie digitali per il benessere psicofisico e l’inclusione sociale.


Profilo delle competenze dello studente liceale

Al termine del percorso di formazione, lo studente grazie all’insegnamento trasversale della ed. civica sarà in grado di (Allegato C alle Linee guida nazionali, D.M. del 22.06.2020):

  • Conoscere l’organizzazione costituzionale ed amministrativa del nostro Paese per rispondere ai propri doveri di cittadino ed esercitare con consapevolezza i propri diritti politici a livello territoriale e nazionale.
  • Conoscere i valori che ispirano gli ordinamenti comunitari e internazionali, nonché i loro compiti e funzioni essenziali
  • Essere consapevole del valore e delle regole della vita democratica anche attraverso l’approfondimento degli elementi fondamentali del diritto che la regolano, con particolare riferimento al diritto del lavoro.
  • Esercitare correttamente le modalità di rappresentanza, di delega, di rispetto degli impegni assunti e fatti propri all’interno di diversi ambiti istituzionali e sociali.
  • Partecipare al dibattito culturale.
  • Cogliere la complessità dei problemi esistenziali, morali, politici, sociali, economici e scientifici e formulare risposte personali argomentate.
  • Prendere coscienza delle situazioni e delle forme del disagio giovanile ed adulto nella società contemporanea e comportarsi in modo da promuovere il benessere fisico, psicologico, morale e sociale.
  • Rispettare l’ambiente, curarlo, conservarlo, migliorarlo, assumendo il principio di responsabilità.
  • Adottare i comportamenti più adeguati per la tutela della sicurezza propria, degli altri e dell’ambiente in cui si vive, in condizioni ordinarie o straordinarie di pericolo, curando l’acquisizione di elementi formativi di base in materia di primo intervento e protezione civile.
  • Perseguire con ogni mezzo e in ogni contesto il principio di legalità e di solidarietà dell’azione individuale e sociale, promuovendo principi, valori e abiti di contrasto alla criminalità organizzata e alle mafie.
  • Esercitare i principi della cittadinanza digitale, con competenza e coerenza rispetto al sistema integrato di valori che regolano la vita democratica.
  • Compiere le scelte di partecipazione alla vita pubblica e di cittadinanza coerentemente agli obiettivi di sostenibilità sanciti a livello comunitario attraverso l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile.
  • Operare a favore dello sviluppo eco-sostenibile e della tutela delle identità e delle eccellenze produttive del Paese.
  • Rispettare e valorizzare il patrimonio culturale e dei beni pubblici comuni.

Legge n.92 del 20 agosto 2019 sull'introduzione dell'insegnamento scolastico dell'educazione civica

Linee guida del 22 giugno 2020 sull'insegnamento scolastico di educazione civica

DECRETO MINISTERIALE 35 del 22 giugno 2020 su Educazione civica

Visualizza articoli ...

Laboratorio di pittura

All’interno dei locali del liceo è attivo, sin dal 2010, un laboratorio di pittura le cui attività sono attualmente coordinate dalla prof.ssa Valeria Guzzi, docente di Storia dell’arte.
Negli anni sono stati tenuti corsi pomeridiani di pittura ad affresco e pittura su tavola con la tecnica della tempera ad uovo. I corsi sono aperti agli studenti del liceo dalla prima alla quinta classe e, relativamente alle classi del triennio, hanno valenza di percorsi PCTO condotti in convenzione con L’Accademia di Belle Arti di Firenze.
L’obiettivo è quello di far acquisire agli studenti competenze attraverso “il fare”, affiancando l’apprendimento per astrazione, tipico del percorso liceale, all’immersione caratteristica delle attività laboratoriali.
In particolare, obiettivo del corso è quello di:
- far acquisire la capacità di lettura analitica di un’opera d’arte, stimolando l’osservazione anche nei confronti dei particolari più minuti;
- sviluppare la capacità di riconoscimento dello stile di un autore e della sua bottega, attraverso la copia delle opere realizzate;
- arricchire le conoscenze relative all’ambiente delle botteghe medioevali;
- conoscere i materiali utilizzati e le fasi esecutive della tecnica dell’affresco e della tempera ad uovo.
Materiali e tecniche vengono desunti dalla lettura degli antichi ricettari medioevali, in particolare dal Libro dell’Arte di Cennino Cennini, tra i principali testi per conoscere le tecniche della pittura su tavola e dell’affresco fra Trecento e Quattrocento e imprescindibile strumento per affrontare il restauro delle opere antiche, e dal De arte illuminandi, ricettario tecnico in latino che descrive dettagliatamente le tecniche e i segreti della miniatura.
In questo percorso gli studenti sono costantemente seguiti da un tutor esterno, esperto in tecniche di pittura e competente in materia di restauro pittorico.
I pomeriggi del laboratorio si svolgono in un clima di serena condivisione delle conoscenze e di scambio tra studenti di anni diversi.

Progetto Laboratori artistici (scuola-lavoro)

Galleria di immagini del laboratorio di pittura

Visualizza articoli ...

Liceo a curvatura Beni Culturali

curvatura
Paul Gauguin, Da dove veniamo? Chi siamo? Dove andiamo? (1898)

Arte  per suscitare un pensiero, una memoria, un sentimento nuovo. Arte per raccontare qualcosa, qualcosa di personale dell’artista, del mondo in cui viviamo, di un mondo che non conosciamo.

SEZIONE A CURVATURA BENI CULTURALI

Obiettivi della Sezione Beni Culturali sono quelli di approfondire e ampliare alcuni contenuti che non trovano spazio nei tradizionali programmi ministeriali e potenziare la metodologia di apprendimento anche attraverso attività laboratoriali in compresenza con docente di lingua inglese (elaborazione di testi/esercitazioni in base ai contenuti degli incontri). La finalità è quella di sviluppare competenze e capacità critica, creare un ambiente di apprendimento più consapevole e proficuo anche attraverso un approccio interdisciplinare allo studio; affiancare lo studio delle materie letterarie; approfondire la conoscenza del nostro patrimonio artistico e museale. Il progetto su cinque anni si avvale della collaborazione del Servizio Educativo della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato e si articola nel Biennio in una serie di incontri (lezioni, interventi di esperti, visite guidate) in orario curriculare per un totale di 30 ore annue. Nel Triennio le 30 ore verranno ad aggiungersi a quelle curriculari della materia.

I Biennio - Classe Prima

INTRODUZIONE ALLO STUDIO DELL’ARTE - COME ‘LEGGERE’ L’ARTE

Che cos’è l’arte: definizioni, funzioni, le diverse forme dell’arte; l’arte come documento  storico
Comunicare attraverso le immagini: il linguaggio dell’arte e le basi percettive, il coinvolgimento emotivo
L’opera d’arte, un percorso a toccare esempi dall’antico al contemporaneo, analisi di una selezione di opere
Tutela e valorizzazione del patrimonio culturale
Focus sull’urbanistica di Firenze; dalla Florentia romana a quella medievale. Conoscere e orientarsi; il patrimonio museale fiorentino

- Classe Seconda

COME ‘LEGGERE’ L’ARTE – POESIA E ARTI VISIVE

Percorsi di approfondimento e analisi di opere selezionate per tipologie e temi
Il tema che fa da filo conduttore è “La parola e le arti visive: IL TESTO NARRATIVO E IL TESTO POETICO IN … ARTE, ovvero IL TESTO FIGURATO”          

II Biennio - Classe Terza

L’ISTITUZIONE MUSEO

Il patrimonio museale fiorentino
Elementi di Museologia e Museografia
Focus su storia e teoria del Restauro

- Classe Quarta

LA STORIA DEL LIBRO E DELLA SUA CONSERVAZIONE - LE BIBLIOTECHE STORICHE

Introduzione alla lettura di testi e immagini di antichi manoscritti con particolare riferimento al periodo rinascimentale. Analisi di una selezione di opere miniate rinascimentali
Le  Biblioteche storiche fiorentine
Il patrimonio librario della Biblioteca del Liceo Michelangiolo

- Classe Quinta

COMUNICARE L’ARTE – ARTE COME COMUNICAZIONE

Uno sguardo al contemporaneo
“Dare visibilità alle idee” in collaborazione con il Laboratorio di Fotografia del Liceo Michelangiolo

Curvatura Beni culturali

FLORENTIA Roman House 1G DAD a.s. 2019-20

FLORENTIA - Forum 1G DAD a.s. 2019-20

"Le scarpe di Van Gogh" - elaborati 1G a.s. 2019-20

Visualizza articoli ...

PCTO

Il Liceo Michelangiolo propone i PCTO rivolti agli studenti delle classi del triennio. Tali percorsi offrono agli alunni la possibilità di ulteriori esperienze di apprendimento e di orientamento, anche in vista delle future scelte professionali e di studio, e valorizzano l’aspetto formativo dell’apprendimento all’interno di contesti lavorativi. Le strutture ospitanti vengono selezionatedall’Istituzione scolastica fra quelle più significative del territorio e soprattutto coerenti rispetto agli obiettivi del curriculum scolastico e del profilo del liceo classico, in un’ottica di formazione aperta ad ogni tipologia di indirizzo di studio universitario.

La legge n.145 del 30.12.2018, art.1, cc.784-787, seguita dalla Nota MIUR n.3380 del 18.02.2019, ha apportato modifiche sostanziali all’ordinamento precedente, stabilendo:
- una nuova denominazione dell’attività scuola-lavoro, che ora si chiama Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento (PCTO);
- un monte orario obbligatorio pari a non meno di 90 ore per i licei.

La legge 62/2017, art.13, c.2 ,(che entra in vigore dal 01.09.2019 per effetto della Legge n.108 del 21.09.2018, art.6, seguita dalla Nota MIUR 3050 del 04.10.2018), prevede tra i requisiti essenziali per l’ammissione all’esame di stato l’assolvimento dell’obbligo dei percorsi di scuola-lavoro. L’esperienza acquisita in tale ambito diviene oggetto di discussione della prova orale d’esame.

Il Collegio Docenti del Liceo Michelangiolo, (nella seduta del 04.04.2019), recependo le novità di legge, ha deliberato di assumere le 90 ore previste dalla normativa come criterio minimo obbligatorio e comprensivo delle attività di alternanza e orientamento, lasciando alla discrezionalità dei Consigli di classe la possibilità di aumentarle al massimo del dieci per cento.

Sia l’attività sportiva e musicale di alto livello che l’esperienza di studio all’estero possono essere riconosciute come percorso PCTO, se soddisfano i requisiti previsti dalla legge.
Nella scuola è stato costituito formalmente un commissione per PCTO: ne fanno parte le docenti Silvia Sangiovanni (referente), Valeria Guzzi e Silvia Picchi.
Per tutti i percorsi, i tutor scolastici vengono nominati dal Dirigente Scolastico sulla base dell’esperienza pregressa e della formazione specifica e all’interno dei consigli di classe. I tutor seguono costantemente l’attività degli studenti in collaborazione con i tutor aziendali, secondo quanto stabilito dalla Convenzione e Patto Formativo sottoscritto da tutti i soggetti coinvolti.

Il monte ore da svolgersi in presenza presso la struttura ospitante viene stabilito e modulato in base alle esigenze e alle caratteristiche del percorso; generalmente corrisponde ai due terzi delle ore dell’intero percorso. L’articolazione oraria del percorso viene sempre specificata al momento della sua attivazione, sia nella Convenzione stipulata dalla Scuola con il soggetto ospitante, sia nel patto formativo. Gli studenti vengono formati sulle norme generali della sicurezza sul lavoro tramite corsi online o lezioni in presenza per una durata di otto ore, per la partecipazione al quale riceveranno un attestato.

A fronte di particolari bisogni organizzativi e di spostamenti, si riconoscono rimborsi agli studenti per eventuali spese di viaggio, compatibilmente con le risorse a disposizione. Materiali e attrezzature necessari al percorso sono in genere a carico della struttura ospitante o forniti dalla scuola; le docenze da parte del personale delle strutture ospitanti sono fornite a titolo gratuito. Necessità diverse, in particolare per attività eventuali di impresa simulata, saranno valutate caso per caso.

Le attività svolte durante le vacanze estive entro il 31 agosto saranno conteggiate entro l’anno scolastico, a meno che il percorso di PCTO non sia biennale. In questo caso il conteggio delle ore e la valutazione del percorso saranno effettuati al termine dello stesso.
La valutazione e la certificazione delle competenze acquisite al termine del PCTO avverranno nei tempi e nelle modalità previste dalle indicazioni del MIUR seguendo le condizioni specificate nel Patto formativo e nella Convenzione stipulata dalla scuola e dal soggetto ospitante. Il Consiglio di Classe recepirà i risultati degli studenti e prenderà atto della valutazione espressa dal tutor scolastico e dal tutor aziendale. Lo studente, al termine del PCTO, esprimerà a sua volta una valutazione/autovalutazione del processo formativo, di cui la scuola terrà conto per eventuali modifiche e necessarie azioni migliorative.

Il Liceo Michelangiolo ha attivato convenzioni per PCTO con i seguenti Enti:

PCTO

In conseguenza delle misure emergenziali di sanità pubblica, a partire già dal05.03.2020, anche i PCTO hanno subito profonde modificazioni o cancellazioni.


SISTEMA DUALE ITALIANO

Enti PCTO

Presentazione PCTO

Carta dei diritti

Aggiornamento PCTO

Visualizza articoli ...

Piano triennale dell'offerta formativa

l piano triennale dell'offerta formativa è il documento fondamentale costitutivo dell'identità culturale e progettuale delle istituzioni scolastiche ed esplicita la progettazione curricolare, extracurricolare, educativa e organizzativa che le singole scuole adottano nell'ambito della loro autonomia.
Ogni istituzione scolastica lo predispone con la partecipazione di tutte le sue componenti ed è rivedibile annualmente, è coerente con gli obiettivi generali ed educativi dei diversi tipi e indirizzi di studi, determinati a livello nazionale e riflette le esigenze del contesto culturale, sociale ed economico della realtà locale, tenendo conto della programmazione territoriale dell'offerta formativa.
Il P.T.O.F indica quindi la meta che tutta la comunità scolastica si impegna a raggiungere, attraverso la condivisione dell’azione educativa con le famiglie e la positiva interazione con il territorio.

SCARICA IL NOSTRO P.T.O.F. 2019/2022

Atto di indirizzo al collegio docenti per l’integrazione al P.T.O.F. di Istituto –a.s. 2020/21

Visualizza articoli ...